Secondo la Teoria Eliocentrica, la Terra avrebbe la forma di uno sferoide oblato per via dell'azione contrastante tra forza centrifuga e forza di gravità.
Quindi, una sfera schiacciata ai poli e più allargata verso l'equatore, come mostrato nell'immagine.



Si afferma inoltre che tale forza centrifuga, contrastata dalla forza di gravità, sarebbe la responsabile dello spostamento delle terre verso l'equatore, per slittamento.
Prima di passare ai calcoli, sorge spontanea una prima domanda: come è possibile affermare che una tale contrapposizione di forze possa riuscire a spostare le terre senza avere la benché minima azione sulle masse d'acqua?

Per logica, si dovrebbero inevitabilmente osservare gli effetti delle forze in campo prima sulle masse d'acqua (oceani, mari, laghi, fiumi...) e solo dopo sulle masse che costituiscono le terre emerse.



Analizzando anzitutto l'effettiva capacità della forza centrifuga all'equatore, quindi la massima possibile, si stabilisce che ogni chilo di massa puntiforme sperimenta una forza centrifuga pari a 0,033N.

 

Fc=Forza Centrifuga (espressa in Newton)
m=Massa (espressa in Kg), in questo caso una massa generica puntiforme di 1KG
v=Velocità (espressa in m/s)
r=Misura del raggio (in m), in questo caso il raggio terrestre, pari a 6371000m

 


Si ricava che 0,033N corrispondono a circa 0,003Kgf.



A questo punto una domanda sorge spontanea: Come può una forza corrispondente ad appena 3 grammi spostare una massa di 1 chilo?

È facile intuire, osservando la formula precedente, che per calcolare la forza centrifuga terrestre impressa a qualsiasi massa (in Kg) all'equatore, è sufficiente moltiplicare la massa stessa per 0,033.

 

Si deduce di conseguenza che la forza centrifuga genererà sempre una forza in Newton (ndr, massima poiché all'equatore) pari allo 3,3% della massa in esame, equivalente allo 0,3% in chilogrammo-forza o chilogrammo-peso

È evidente che non esisterà mai alcuna possibilità per l'ipotetica forza centrifuga terrestre di causare lo spostamento di una qualsiasi massa.

In conclusione, come potrebbe mai una forza pari allo 3,3% di qualsiasi massa (all'equatore) non solo spostare terre e continenti per slittamento, ma soprattutto allargare lo sferoide all'equatore?